UN IMPORTANTE TRAGUARDO SVIZZERO NEL TRATTAMENTO DEL CARCINOMA MAMMARIO

Scarica il comunicato stampa (pdf)

A soli otto mesi dall’apertura del Centro di Radioterapia della Clinica Luganese, la sua equipe festeggia un importante traguardo raggiunto nell’applicazione oncologica delle radiazioni ad alta energia a scopo terapeutico. Il 4 agosto il Centro, primo in Svizzera e secondo in Europa, ha potuto applicare una nuova e innovativa tecnica di trattamento per il carcinoma mammario, chiamata TomoDirect, che permette di abbinare ad una delle tecnologie più avanzate attualmente disponibile sul mercato  un principio utilizzato da anni nel trattamento del carcinoma mammario.
Il vantaggio principale, spiega la Dr.ssa Franzetti Pellanda, responsabile del Centro di Radioterapia della Clinica Luganese, é la precisione di trattamento della zona da irradiare.  Questa precisione di trattamento ha due benefici principali: permettere un’irradiazione  più omogeneo del tumore risparmiando  in modo ottimale i tessuti sani circostanti. Il trattamento delle prime pazienti sta giungendo al termine senza problemi.
L’essere riusciti ad applicare una tecnica classica di trattamento del carcinoma mammario detta a campi tangenziali, di comprovata efficacia,  che normalmente viene erogata con apparecchi classici, alla tecnologia di punta Tomoterapia, ha permesso di amplificare il beneficio delle due risorse rendendo il principio unico ed esclusivo a beneficio delle pazienti e delle loro cure oncologiche. Questo risultato è stato possibile grazie all’impegno costante e crescente in questi mesi di un’ equipe di specialisti del settore presenti nel servizio stesso: medici, fisici e tecnici. Queste risorse hanno lavorato con lo spirito di una vera orchestra nello scambio e approfondimento di conoscenze. In particolare, continua la Dr.ssa Franzetti Pellanda, è stato istituito un gruppo di lavoro in sede composto da due fisici specializzati e un fisico impiegato negli Stati Uniti con esperienza in Tomoterapia, coordinati dal dr Presilla, fisico sanitario responsabile per il servizio di radioterapia della Clinica Luganese. L’impegno del gruppo dei fisici è stato affiancato da quello di due medici specialisti  in sede e di quattro tecnici. Particolare attenzione è stata data non solo all’implementazione della nuova tecnologia TomoDirect, ma a tutti gli aspetti legati alla garanzia di sicurezza e qualità dei trattamenti  radioterapici (Quality Assurance)nell’applicazione clinica giornaliera degli stessi.

Il centro di radioterapia della Clinica Luganese continuerà ad investire risorse  nell’ambito  della  Quality Assurance, promuovendo e coordinando progetti di sviluppo e ricerca in rete con altri centri svizzeri e internazionali, portando così un contributo attivo all’avanzamento e alla condivisione delle conoscenze.
Gli stretti rapporti di collaborazione con il Centro  di Radioterapia dell’Ospedale Universitario di Losanna (CHUV), primo in Svizzera ad essersi dotato della medesima tecnologia e che può vantare una grande esperienza nel settore, hanno permesso ai medici e ai fisici del centro attivo nel Luganese di poter discutere  le loro esperienze nella fase di sviluppo e implementazione della  nuova tecnologia TomoDirect. Grazie a queste preziose sinergie e senza competizione alcuna, gli specialisti del Centro di Radioterapia della Clinica Luganese hanno superato “i maestri“, ottenendo sul  suolo ticinese questo primo concreto e ambizioso risultato.

Clinica Luganese
Lugano, 9 settembre 2010

 

 

<< ritorna

 


Powered by Clinica Luganese SA. Copyright © 2015 Clinica Luganese SA. Tutti i diritti riservati. XHTML and CSS.